Pubblicato il

Costellazione Ofiuco – Ophiuchus

Ofiuco (in latino Ophiuchus, colui che porta il serpente, serpentario) è una delle 88 moderne costellazioni, ed è anche una delle 48 costellazioni originarie menzionate da Tolomeo. Nella sua parte meridionale è anche attraversata dall’eclittica, e fra le 13 costellazioni dello zodiaco moderno è l’unica che non ha dato il nome ad un segno astrologico.

Commenta questo gadget | Inserisci nel tuo sito web

La costellazione si estende a cavallo dell’equatore celeste, in un’area posta a nord-ovest del suo centro; questa posizione fa sì che sia visibile completamente da quasi tutte le aree della Terra, ad eccezione di quelle polari. Le stelle più luminose di Ofiuco sono ? Ophiuchi, chiamata Rasalhague, alla testa della figura, e ? Ophiuchi, visibile nella parte meridionale.
Le stelle di fondo nell’Ofiuco sono, specialmente nella regione centrale della costellazione, relativamente poche, soprattutto a causa del forte oscuramento della Via Lattea in queste regione: nella parte nordorientale in particolare, la Fenditura dell’Aquila si allarga, oscurando pure i bordi occidentali della scia galattica, mentre a sud è presente un notevole numero di nebulose oscure minori, che si sovrappongono al chiarore di fondo creando dei punti bui dalle varie forme. Inoltre le regioni centrali della costellazione sono oscurate da banchi di polveri situati sul bordo interno del Braccio di Orione, a poche centinaia di anni luce dal Sole. Il periodo adatto all’osservazione di Ofiuco va da maggio ad ottobre; nell’emisfero nord è una tipica figura del cielo estivo.
Ofiuco è raffigurato nelle stampe e negli atlanti storici come un uomo che porta un serpente. Il suo corpo divide il serpente in due parti, la Testa del Serpente e la Coda del Serpente, che sono comunque considerate una sola costellazione.

Costellazione ophiuchus

Mitologia
Dai tempi dei greci, l’Ofiuco simboleggia Asclepio, figlio d’Apollo; dal padre apprese l’arte medica e se ne impratichì a tal punto da riuscire a riportare in vita i morti. Temendo per l’ordine naturale delle cose, e per il suo regno, Ades pregò suo fratello Zeus di prendere provvedimenti, e il re dei numi, sbrigativamente, eliminò il grande guaritore. Il divino Apollo, famoso per i suoi attacchi d’ira, uccise i Ciclopi, coloro che rifornivano di saette Zeus. Capita la situazione, il padre degli dei cercò di rendere un po’ di giustizia al proprio figliolo ponendo Asclepio tra le costellazioni. Secondo alcuni qui è rappresentato Laocoonte, sacerdote troiano che manifestò atteggiamenti o stili nei confronti del grande cavallo di legno lasciato nei pressi della città dai troiani. I suoi figli furono in seguito aggrediti da due enormi serpenti marini e lui stesso perì nel tentativo di salvarli.

Costellazione Ofiuco