Pubblicato il

Tarocchi Cary-Yale Visconti

Il mazzo di Tarocchi Cary-Yale
E’ ritenuto più antico del Pierpoint-Morgan, deve il suo nome alla Collezione Cary conservata nella Biblioteca dell’Università di Yale (New Haven, Stati Uniti). Venne descritto per la prima volta nel 1831 da Leopoldo Cicognara, il mazzo apparteneva alla contessa Amelia Visconti Gonzaga; venne venduto da U. Visconti di Modrone a Melbert B. Cary nel 1947 e confluì col suo lascito alla Yale University. E’ detto pertanto anche mazzo dei Visconti di Modrone, mazzo dei Gonzaga, dei Bembo, ecc. Questo mazzo di cui sono giunti sino a noi solo 11 Trionfi, presenta notevoli peculiarità, ad esempio tre di queste 11 carte raffigurano le tre virtù teologali: Fede, Speranza, Carità. Ogni carta è dipinta su cartoncino gessato, una lamina d’oro ricopre le figure e una d’argento le carte numerali, il tutto con punzonature a losanghe. I bordi sono rosa con fiorellini azzurri. Sembra che sia stato creato in occasione delle nozze tra Filippo Maria Visconti e Maria di Savoia, cioè nell’anno 1428. Si compone di di 40 carte numerali, 10 per ciascun seme: coppe, denari, bastoni e spade (equivalenti ad un mazzo di “Naibbe”), completate da 6 figure di corte (Re, Regina, Cavaliere, Cavallerizza, Fante e Dama).

Le carte originali sono pubblicate nel sito della Beinecke Library di Yale http://www.library.yale.edu/beinecke e sono cliccabili per ingrandirle.


Aggiungi il gadget alla tua pagina web